Perché opzioni binarie sono così pericolose..

by admin • August 21, 2015 • Comments Off on Perché opzioni binarie sono così pericolose..

Perché opzioni binarie sono così pericolose

  1. Fare in modo che le emozioni non entrino in gioco. I trader che riescono a vedere il trading esclusivamente come un gioco di numeri senza preoccuparsi troppo del simbolo del dollaro che segue tendono a essere molto più calmi.
  2. Le loro operazioni sono ragionevoli, sono basate sulla ricerca e lasciano da parte quel singolo elemento che distruggerà ogni trader: la SPERANZA. Lasciate le emozioni alla porta.
  3. Capire che il trading non è solo questione di SU e GIU’. Questa poteva essere l’idea che vi aveva originariamente attratto verso il trading, ma la verità è che si tratta di ben altro che semplicemente fare a testa o croce. Man mano che si apprende quali sono tutti i fattori che influenzano il valore di un asset, si imparerà a prendere decisioni migliori che si affidino su informazioni oggettive, piuttosto che su sensazioni di pancia.
  4. Creare un piano. Si deve avere una strategia e metterla in pratica, metterla alla prova e fare ricerca. Di nuovo, fare a testa o croce non è trading. Quando le vostre decisioni si basano solo sull’approccio ‘l’uno vale l’altro’, state solo facendo gioco d’azzardo.
  5. Trattare il trading come un’attività d’affari. Se il trading non vuole essere più di un hobby o un tentativo di diventare ricchi in un giorno, c’è la necessità di fare qualche sforzo nel processo di apprendimento. Grazie a questo sforzo si avranno maggiore regolarità e potenziale. Si raccoglie ciò che si semina.
  6. Pensare fuori dagli schemi. I grafici specifici per opzioni binarie non sono un granché, e molti trader si affidano ora a grafici esterni per trovare spunti per prendere decisioni. Il mio preferito è Investing. Ed è disponibile gratuitamente per tutti.
  7. Proteggere il saldo del proprio conto. Imparate a impostare un limite massimo oltre il quale non volete rischiare. Se vi date una regola di non investire mai più del 10% del conto in un’unica operazione, sarete in grado di permettervi dei trade sfortunati e di avere abbastanza per recuperare. Invece, basta un’unica grande perdita per dover ricominciare da capo.
  8. Come sempre, quando si tratta di soldi, investite solo quello che potete permettervi di perdere. Non si deve mai investire in opzioni binarie i propri ultimi 500€ o i soldi messi da parte per l’affitto o per altre spese fondamentali. Capite qual è il rischio e siatene sempre consapevoli.
  9. Datevi un limite di perdita giornaliera. Se avete perso più di 50$ in un’unica operazione, uscite dalla piattaforma, e allontanatevi dal computer. Questo si ricollega al primo consiglio, quello di tenere a bada le proprie emozioni, perché soldi e emotività raramente funzionano bene insieme.
  10. Tenete un diario di trading. Tenete traccia dei propri investimenti, quando li avete fatti, perché e così via. Date uno sguardo alle operazioni svolte lungo l’ultimo mese e chiedetevi quando è stato il vostro momento migliore. Cercate degli schemi, delle regolarità da cui trarre vantaggio.

Opzioni Binarie Touch – anche pericoloso?

Uno dei problemi che abbiamo con le opzioni one touch è il modo in cui esse vengono presentate agli ignari trader. E’ molto probabile che vi siate imbattuti ormai più volte in banner pubblicitari o testimonianze da parte di vari broker per opzioni binarie. Questo va benissimo, fa parte del gioco: ogni attività di affari esiste per fare profitto e la pubblicità è parte fondamentale del processo. Quello che veramente ci dà fastidio è il modo in cui i broker decidono di rappresentare le opzioni one touch, soprattutto le percentuali di payout che queste opzioni possono offrire al trader che opera saggiamente.
Ma diamo uno sguardo un po’ più approfondito alla cosa. E’ ovvio che quando un banner promette profitti del 700% in pochi minuti, la questione non è così semplice. Un’affermazione del genere non può non insospettire.

Per farla breve, la nostra opinione è che investendo su questo tipo di opzioni binarie, si perderà 99 volte su 100. E’ semplicissimo, basta pensarci un po’. Diamo uno sguardo alle immagini qui sotto.

Opzione Touch Opzione Touch

Sul grafico in alto si può vedere un’opzione one touch che darà al trader un payout del 420% se il prezzo del petrolio diminuisce tocca il target di 93.00 al barile. Per farla semplice, con i prezzi del greggio che hanno appena superato i 97.00€, per vincere questa operazione sarà necessario che i prezzi scendano di 4€ al barile nell’arco di una settimana. Capite cosa servirebbe per far fluttuare i prezzi in questa maniera?
Una guerra. Le possibilità che il petrolio scenda di quasi il 5% in una settimana sono veramente scarse. Ed è esattamente per questo che le percentuali sono così alte. Alcune di queste arrivano fino al 700%, a seconda dell’asset. Capite, però, qual è il punto di tutto ciò? Questi numeri così alti e queste pubblicità scintillanti che promettono guadagni del 650% non dicono nulla sull’effettiva difficoltà che il valore di  un asset fluttui così tanto in così poco tempo.

Per andare ai fatti, quindi, sì: è teoricamente possibile raggiungere queste percentuali di payout, ma non pensate di tuffarvi nel trading di opzioni binarie e di essere subito a pochi click da guadagni a 3 zeri non appena la vostra opzione tocca il target ‘una volta’. Meglio sedersi un attimo e chiedersi, “come fanno a permettersi di elargire un payout così alto?”.
La risposta è che semplicemente lo fanno molto raramente e che innumerevoli operazioni finiscono senza guadagni. Una volta ci trovavamo in chat con un trader e l’agente ci garantiva che loro avvertono tutti i clienti di evitare le opzioni one touch, e che sono molto rischiose ed è estremamente difficile  guadagnarci. Ma se date uno sguardo ai grafici qui sopra e avete una minima competenza in fatto di prezzi del greggio, vi renderete conto che “estremamente difficile” è un eufemismo. Secondo le nostre ricerche nel campo delle opzioni one touch, durate diversi mesi, c’è stata una sola occasione nella quale vedevamo una vera possibilità di guadagnare con un’opzione one touch, e si trattava di un’opzione su Google che coincideva con la pubblicazione di un annuncio molto atteso.
Questa è stata l’unica occasione in cui ritenevamo possibile che il target sarebbe stato toccato. Quindi questo cosa significa per voi? Semplice: basta pensare ai numeri e chiedersi come fanno i broker a permettersi un payout del genere. Capirete subito che la risposta sta nel fatto che le possibilità di vincere sono incredibilmente basse e che queste percentuali esistono solo per sedurre il trader a iscriversi.

Cosa fare, quindi?

Ignorate completamente le piattaforme one touch e concentratevi piuttosto sugli investimenti a rendimento più basso ma che offrono probabilità di guadagno ben più alte. Rimanete fedeli alle piattaforme per opzioni binarie regolari o per opzioni a 60 secondi. Almeno qui non ci sono obiettivi follemente fuori portata e la vostra attenzione sta tutta nell’individuare la direzione  verso cui si dirigerà l’asset.

Se siete nonostante tutto ancora interessati alle opzioni one touch, ecco un piccolo, simpatico esperimento, che funziona sempre. Entrate in chat con qualunque agente broker e chiedete su due piedi delle opzioni binarie e se sono in molti a operarle. I broker con cui abbiamo fatto questa prova ci hanno dato risposte del tipo “sì, le opzioni one touch sono le più popolari”, e “sono in tanti a fare questo tipo di trading e fanno tanti soldi”.

Come no. Siete stati avvertiti. Quando una cosa sembra troppo bella per essere vera è perché  non lo è. E le opzioni one touch sono una di queste.

Mercato azionario italiano

by admin • August 10, 2015 • Comments Off on Mercato azionario italiano

il mercato azionario italiano

Questo indicatore è un oscillatore che misura la lotta tra acquirenti e venditori. È uno dei più noti indicatori di analisi tecnica e il più usato nelle opzioni binarie. La RSI evolve tra 0 (bear market) e 100% (mercato bull – definizione).Si ritiene generalmente che la zona compresa tra 0 e 30% è una zona di sopra-venduto.Al contrario, tra 70% e 100% si considera come sopra-comrato Numero N di periodi generalmente utilizzati è di 14, comunque i periodi di 5 e 9 unità possono anche rivelarsi utili. Concretamente, quando la tendenza della RSI si oppone alla tendenza della sottoscrizione, si ritiene che il cambiamento di tendenza è vicina, saperne di più qui.
Bollinger’s Bands è uno strumento economico sviluppato da John Bollinger, (vedere “the Bands of Bollinger di John Bollinger). È un indicatore che si rivelerà molto utile per anticipare il prezzo del sottoscrizione per un determinato orizzonte. L’idea è semplice: adottando l’approccio il quale le variazioni del prezzo della sottoscrizione seguono una legge normale, quindi il 95% dei valori trading onlinepossibili sono tra due fasce estreme. Concretamente, quando la sicurezza raggiunge il Bollinger’s band superiore, che può essere interpretato come un segnale di vendita e reciprocamente: quando un prezzo raggiunge la fascia inferiore, che corrisponde ad un segnale di acquisto.
Gli oscillatori azionari, inventati da George Lane sono costituiti da un primo oscillatore, % K, che viene poi filtrata da un secondo oscillatore, % D. %D è una media di %K (X giorni) negli ultimi giorni di Y.

Perché l’Italia?

Oscillatore di %K indica pressioni sopra-comprati e sopra-venduti, ma è più completo di RSI, poiché prende in considerazione livelli estremi (e non solo i livelli di chiusura). Oscillatori azionari danno due tipi di segnali: Oversell/Overbuy: quando l’oscillatore %D è vicino allo 0 o al 100, il mercato viene sopra-venduto (vicino allo 0: è il momento di acquistare) o sopra-comprato (vicino al 100: è il momento di vendere). Il segnale comprare/segnale vendere quando %D attraversa lento %D: quando %D è alto e che attraversa il movimento medio %D lento quando va verso il basso, questo è un segnale di vendita.

Informazioni sul provider bdswiss

by admin • June 21, 2015 • Comments Off on Informazioni sul provider bdswiss

Informazioni sul provider bdswiss

Il commercio Forex non é ancora cosi conosciuto come quello delle opzioni binarie. Infatti molti Broker iniziano ora a cambiare sempre di piu´in quanto inseriscono il commercio Forex centralmente. Uno di questi Broker é bdswiss. bdswiss é un Broker relativamente giovane ma che ha gia saputo convincere tra l´altro con un corso introduttivo gratuito chi non é esperto in questo campo. Inoltre a questo i trader sono stati convinti dalla larga offerta di coppie di valute contrattabili nel commercio mobile.bdswiss é un Broker che viene valutato come serioso dai trader cio´ lo si evince nei tanti commenti su bdswiss nei Blog su internet.
bdswiss ha la sua sede a Cipro ed é regolato tramite l´organo di controllo finanziario di Cipro il CySEC. Il numero di autorizzazione é: 143/11. Anche se il Broker ha la sua sede a Cipro non significa che i Trader non siano protetti da normative internazionali. Infatti Cipro é un membro EU e quindi allora nel caso di una contestazione valgono le norme – EU le quali vista la loro rigorosa applicazione rappresentano una particolare difesta per il Trader. Cosi per esempio é fissato che il denaro del Trader non puo´essere depositato su un conto con quello del Broker. Proprio tramite la regolamentazione della EU viene sottolineato che bdswiss é un Broker serio.

Dalle opinioni sulle esperienze su bdswiss é chiaro che é stato valutato positivamente che vi sono tutti i tipi d´investimento: opzioni binarie,azioni,indici,materie prime ed anche un ampia offerta di coppie di valute contrattabili compe per esempio EUR/JPY

Apertura del conto

bdswiss richiede ai suoi nuovi Trader solo un paio di dati per la registrazione. Tra questi il Nome, indirizzo E-Mail, la Password ed il paese dove vive il Trader. Inseriti questi dati l´iscrizione dura solo pochi attimi. Ora i Trader potrebbero inviare il loro capitale su bdswiss. Per effettuare questo potete scegliere tra i metodi online Banking, oppure carte di credito o debito o il sistema E-Wallet.
In questo Test su bdswiss si é chiarito, che la somma minima di deposito é 100 EURO e quindi molto bassa. Anche se la minima somma di contrattazione é 2000 € o lo stesso valore in un altra valuta. Nelle tante opinioni su bdswiss si é pero´parlato della leva e non della minima somma di contrattazione. La leva ha un rapporto fino a 400:1 e quindi ha cosi in confronto un alta relazione. Il pagamento dei ricavi avviene secondo norme comuni del settore. I trader devono legittimare con la loro carta d´identitá, passaporto o patente. Inoltre bisogna procurare una prova della residenza per esempio in forma di una bolletta della corrente.
Inoltre in questo test si é chiarito che bdswiss presenta molto dettagliatamente le sue FAQ. Cosi si risponde a domande sulla formazione di prezzi e margini. Allo stesso modo c´é un conto islamico. Questi é un conto senza interessi tramite il quale i beni contrattati sono soggetti alle leggi della Scharia. Complessivamente il processo di apertura del conto é visto molto positivamente.

La piattaforma per contrattazioni

Su bdswiss ci sono in totale tre piattaforme una mobile, una basata sul web ed una da scaricare. Le contrattazioni mobili sono sempre piu´popolari ed hanno un ampio ventaglio di offerte a disposizione per coppie di valute. La piattaforma da scaricare é pero´solo adatta per sistemi Windows. Questo é un punto di critica l´unico pero´ in questa categoria. Tutte e tre le piattaforme sono protette tramite una codificazione – SSL – e sono facili ed intuitive da usare. Questo dimostra l´interesse di bdswiss per i suoi utenti.

Servizio clienti

Le trattative con bdswiss sono possibili cinque giorni a settimana. Allo stesso modo é reperibile il servizio clienti. Si puo´raggiungere via email,telefono o chat durante 24 ore dal lunedi al venerdi in 19 lingue. Oltre al servizio clienti abbiamo il corso introduttivo gratuito il quale deve essere evidenziato come il glossario ed il manuale per le contrattazioni digitali.

Conclusione

BDSwiss puo´convincere grazie alla sua piattaforma facile da usare come tramite la ricca offerta a corsi di formazione. Inoltre bdswiss é regolamentato tramite CySEC che mostra serietá e dovrebbe dare ai Trader buona fiducia. In generale il Broker puo´ confermare le opinioni positive. Anche se dovrebbe rendere disponibile la piattaforma scaricabile anche per sistemi iOS in modo da eliminare l´ultimo punto di critica.

Analisi grafica Opzioni Binarie

by admin • March 2, 2015 • Comments Off on Analisi grafica Opzioni Binarie

Analisi grafica

Uno dei dogmi dell’analisi tecnica si fonda sul principio che la storia ripete sé stessa.

Partendo da questo assunto, viene spontaneo ipotizzare che alcuni comportamenti si riproducano con sistematicità rendendo possibile, se individuati in tempo, la formulazione di ipotesi sulla successiva evoluzione.

La branca dell’analisi tecnica che si dedica allo studio di questi patterns ripetitivi, detta analisi grafica o chartismo, individua, nei grafici dei prezzi, alcune figure standard alle quali assegna dei significati ben precisi – adesso di più su Stockpair.

In relazione all’ evoluzione normalmente manifestata nel tempo, queste figure possono assumere caratteristiche di:

  • Consolidamento
  • Inversione

Caratteristica comune è che esse rappresentano sempre la lotta in atto tra rialzisti e ribassisti e trovano conferma solo con la perforazione dei livelli di supporto o di resistenza tipici di ciascuna di esse.

Le figure di consolidamento si formano nel corso di una fase di assestamento, in attesa che le quotazioni riprendano la tendenza originaria o invertano il loro andamento.

Triangoli: si formano con successive oscillazioni del grafico all’interno di due rette che delimitano massimi e minimi convergenti.

TriangoliBandiere: si formano, dopo una forte espansione del trend sottostante, con uno sviluppo temporaneo del grafico all’interno di un canale orientato in direzione contraria a quella del trend principale, la cui ripresa ha origine solo con la perforazione del lato del citato canale opposto a quello della pendenza.

Rettangoli: sono caratterizzati da una serie di oscillazioni del grafico all’interno di due rette parallele orizzontali. E’ la perforazione del supporto (parallela inferiore) o della resistenza (parallela superiore) che fornisce indicazioni in merito alla futura evoluzione della tendenza.

Le figure di inversione, invece, si formano al culmine di una tendenza definita e anticipano l’avvio di un movimento contrario.

Testa e spalle – Testa e spalle rovesciato: nel corso di un trend rialzista, il grafico ripiega formando un primo picco, la spalla sinistra. Successivamente, i prezzi riprendono a salire portandosi al disopra del primo picco prima di ripiegare approssimativamente a livello del precedente avvallamento; il nuovo picco prende il nome di testa. Infine, i prezzi hanno un’ultima impennata, fino a un livello più basso di quello della testa, per poi ripiegare una terza volta formando così la spalla destra.

La figura, a questo punto, non è ancora confermata. Perché si abbia conferma della inversione della tendenza in corso è necessario tracciare una retta passante per i primi due minimi, la linea del collo o neckline; solo dopo che il grafico avrà perforato verso il basso questa linea si potrà considerare avviata una nuova tendenza ribassista. Occorre tenere presente peraltro che, solitamente, dopo essere sceso al disotto delle neckline, il grafico rimbalza provvisoriamente a livello della stessa neckline prima di riprendere definitivamente la strada del ribasso.

Specularmente al testa e spalle, si può parlare di testa e spalle rovesciato quando l’analoga figura si forma, all’inverso, al termine di una tendenza ribassista.

Doppio massimo  – Doppio minimo: il doppio massimo si forma al culmine di una tendenza rialzista con l’apparizione di un primo ripiegamento, un successivo rimbalzo a livello del precedente picco e, infine, un ultimo ribasso al disotto del supporto passante per l’avvallamento formatosi tra i due picchi. Solo la perforazione di tale supporto costituisce conferma dell’avvenuta inversione di tendenza. Peraltro, così come visto anche per il testa e spalle, è frequente rilevare la presenza di un rimbalzo del grafico fino a livello del precedente supporto, ora resistenza, prima dell’avvio definitivo della nuova tendenza ribassista.

Specularmente al doppio massimo, si può parlare di doppio minimo quando l’analoga figura si forma, all’inverso, al termine di una tendenza ribassista.

 

Modello grafico Pennant per trading redditizi

by admin • March 1, 2015 • Comments Off on Modello grafico Pennant per trading redditizi

La strategia binaria Call/Put che usa il modello grafico Pennant per trading redditizi

Il modello Pennant

Il modello di analisi grafica Pennant è come il modello a bandiera, un segnale per continuare la tendenza dopo un arresto. Puoi impostare una strategia utilizzando il modello Pennant per acquistare opzioni Call o Put.

La figura ricorda un po’ un triangolo, o meglio una delle sue varietà, denominata triangolo simmetrico. Tuttavia, la differenza significativa con il modello simile a Triangolo è il fatto che la formazione del Pennant è molto più breve di quella di un triangolo.

La formazione di un modello Pennant

Trading RedditiziPeraltro, il Pennant, in alcune caratteristiche, è simile alla figura della bandiera. Essa mostra anche la continuazione del movimento dei prezzi nella direzione principale. Allo stesso tempo, la differenza tra questo modello e la bandiera è che i livelli di supporto e resistenza locali nel Pennant non sono paralleli tra loro e convergono in un unico punto.

Il Pennant potrebbe essere sia rialzista (cioè si forma in un mercato in crescita) che ribassista (se la sua formazione avviene su un mercato che sta andando verso il basso). Va inoltre notato che il modello di analisi grafica Pennant ha una leggera pendenza sul lato opposto alla tendenza attuale. Pertanto, al fine di determinare la direzione futura del movimento di prezzo possiamo usare la presenza della cosiddetta asta portabandiera, cioè la tendenza che precede la formazione del Pennant. Dopo che si forma il modello grafico Pennant, il prezzo di solito rompe il livello di resistenza (la riga superiore, che è formata dai massimi) e la tendenza riprende. Questa figura grafica rappresenta una piccola tregua, che si prendono i tori (nel trend crescente) o gli orsi (in un trend al ribasso).

Questa tregua è associata con la comparsa di un equilibrio nel numero di acquirenti e venditori, così come nel fissaggio di operazioni commerciali. Ma non dobbiamo dimenticare che, quando si sviluppa questa figura, il prezzo precipita sotto il trend primario, che mostra la fine del temporaneo periodo di consolidamento dei prezzi.

Acquistare opzioni Call in un mercato rialzista

Quando utilizzi la strategia di trading binario del Pennant in un mercato in crescita, è consigliato acquistare opzioni binarie nel momento in cui il prezzo sul grafico supera la linea di resistenza. La rottura della faccia superiore dell’impulso, di solito dà una forte spinta nella direzione della tendenza attuale. I test di questa figura si verificano quando il prezzo non solo è rotto dalla linea superiore del Pennant, ma è anche in grado di prendere piede su di esso. Altrimenti, è possibile formare altri modelli grafici, così come i cambiamenti nella direzione generale del prezzo.

Acquistare opzioni Put in un mercato ribassista

Per quanto riguarda l’applicazione della strategia binaria del Pennant in un mercato ribassista, si consiglia di acquistare opzioni Put al momento in cui il prezzo supera il livello di supporto. Dopo di che, come nell’esempio del Pennant in un mercato rialzista, il prezzo di solito ottiene un forte impulso per ulteriori movimenti verso il basso. Questo modello funziona quando il prezzo è fissato a livello del supporto. E’ molto importante attendere questo momento prima di acquistare un’opzione. Perché il breakout può essere falso, il prezzo torna indietro ed il modello non funziona. Inoltre, vi è un rischio che la tendenza al ribasso cambi in una al rialzo.

La cosa più importante per un trader – essere in grado di identificare correttamente che tipo di figura si forma sul grafico. Dopo tutto, puoi facilmente confondere il Pennant, per esempio, con il triangolo. Per evitare questo, è necessario prestare attenzione alla presenza dell’asta portabandiera, così come al tempo impiegato per la formazione dei prezzi.

Strategia binaria Range

by admin • February 27, 2015 • Comments Off on Strategia binaria Range

La strategia binaria Range per trader più esperti

Fare trading con la Range

La strategia binaria Range è molto popolare tra i trader. I trader esperti possono cogliere rapidamente la sua essenza e cominciare ad applicarla nei loro scambi giornalieri.

Ti consigliamo di utilizzare la strategia Range con un broker di fiducia che fornisce categorie di prezzi equi.

Il punto principale di questa strategia è che quando tradi in una certa varietà di prezzi, devi considerare che il prezzo non sale al di sopra o non scende al di sotto di certi limiti. Così il prezzo per uno specifico periodo di tempo rimarrà tra i limiti.

Come immaginare un range sul grafico?

Se un trader ritiene che il prezzo si muoverà all’interno di un certo intervallo, può delinearne i confini utilizzando le linee. Queste linee non sono sempre parallele tra loro. Ad esempio, il grafico può apparire come un triangolo. Non è necessario attendere una svolta, puoi provare a tradare all’interno di questo triangolo.

Una volta che determini un certo intervallo puoi iniziare a fare trading. Come indicato in precedenza, è logico applicare questa strategia solo quando sei sicuro che il prezzo non andrà fuori dai confini definiti. Di conseguenza, farà un piccolo movimento verso l’alto o verso il basso all’interno. Un trader può acquistare opzioni Call quando il prezzo raggiunge il limite inferiore e di conseguenza potrà acquistare opzioni Put, quando il prezzo raggiunge il limite superiore del corridoio.

Allo stesso tempo, potrai acquistare le opzioni Up Range o Down Range quando una svolta dal livello di supporto o di resistenza si noterà sul grafico.

Come utilizzare le strategia binaria Range?

Come esempio di trading intra-band possiamo usare la seguente situazione. Supponiamo che un trader abbia scelto di negoziare le opzioni binarie sulla coppia di valute Franco svizzero/Yen giapponese (CHF/JPY). La figura mostra una parte della gamma in cui è possibile utilizzare la strategia binaria Range con opzioni Call e Put ed Up Range e Down Range.

Questo grafico mostra che il prezzo dello strumento di trading varia tra i livelli di 116,00 e 116,75. In questo caso puoi utilizzare la strategia binaria Range.

Trading del modello

by admin • February 25, 2015 • Comments Off on Trading del modello

La strategia di trading del modello a cuneo per trader colti

Il modello a cuneo per segnali Call e Put. La strategia binaria a cuneo si basa sulla formazione di un modello di analisi grafica chiamato modello a cuneo, che sembra assomigliare più o meno ad un triangolo.
Non è una strategia facile da eseguire, quindi ti consigliamo di iniziare a tradarlo su un account demo gratuito prima.
La differenza principale tra un triangolo ed un cuneo sta nel fatto che il cuneo ha una forma più allungata e la sua parte superiore è inclinata verso l’alto o verso il basso. Nei grafici il modello a cuneo si verifica durante diversi periodi temporali.

La formazione del modello a cuneo

plusE’ importante ricordare che maggiore è l’intervallo di tempo in cui si forma il cuneo, più valori possono ingannare i trader. Il modello grafico a cuneo si forma quando il tasso di aumento o diminuzione dei prezzi di mercato rallenta.
Pertanto i massimi continuano ad essere aggiornati così come i minimi. Ma il prezzo non è in grado di crescere o di ridursi con forza. Cioè il potere dei venditori o degli acquirenti cala (a seconda del tipo di cuneo che si forma).
Il modello a cuneo ribassista – per l’acquisto di opzioni Put
In un modello a cuneo ribassista, i venditori dominano il mercato, mentre in uno rialzista lo fanno gli acquirenti. Quando si forma un modello grafico a cuneo ribassista nel mercato dovremmo fare molta attenzione, se il prezzo causa una rottura attraverso il limite inferiore della figura, che, allo stesso tempo, si ritiene come una linea di supporto.
Una volta che la linea di supporto è rotta, possiamo dire che nel mercato comincia un movimento verso il basso.
A questo punto, il trader può comprare un’opzione binaria Put.
Tuttavia, è opportuno attendere, non solo che il prezzo causi una rottura nel limite inferiore del tracciato grafico a cuneo, ma anche che sia ben saldo al di sotto. Questo indica che il modello è finalmente formato e che comincia a funzionare.

Il modello a cuneo rialzista – per l’acquisto di opzioni Call

Lo stesso si può dire per la formazione di un modello grafico a cuneo verso l’alto o rialzista. Alla sua formazione, è necessario osservare attentamente quando il prezzo supera il limite superiore, che allo stesso tempo funge da linea di resistenza.
In questo caso possiamo dire che i tori (cioè gli acquirenti) nel mercato stanno cominciando ad occupare una posizione dominante. Inizia la formazione di un movimento rialzista.

A questo punto, il trader può comprare un’opzione binaria Call.

Nondimeno, al fine di essere completamente sicuri che un movimento rialzista stia iniziando e che, quindi, i trader possano acquistare opzioni call, è meglio aspettare fino a quando la candela chiude esattamente al di sopra della linea di resistenza.
E’ importante ricordare che se il modello grafico a cuneo si forma come una continuazione delle tendenze, non ci saranno cambiamenti nella tendenza attuale. Quindi, se un cuneo rialzista si forma in una tendenza rialzista, non porterà ad un cambiamento nella direzione ed indica solo la continuazione del trend rialzista.
Lo stesso si può dire per un cuneo ribassista che si forma all’interno di una tendenza al ribasso. Non cambierà il segnale corrente ed il movimento verso il basso continuerà.

La strategia binaria dei Tre indicatori

by admin • February 23, 2015 • Comments Off on La strategia binaria dei Tre indicatori

La strategia binaria dei Tre indicatori

azioni strategiaLa convergenza e divergenza delle medie mobili (MACD), l’indice di forza relativa (RSI) e la media mobile (MA)
La strategia binaria dei Tre indicatori richiede conoscenze tecniche per essere praticata con successo. Si basa su tre indicatori e due periodi di tempo, uno dei quali dà un segnale preliminare ed il secondo è il segnale diretto di acquisto di un’opzione binaria.
Per fare profitti con la strategia dei Tre indicatori avrai bisogno di un broker che non applichi nessun tipo di ritardo nel trading in modo da poter controllare il prezzo d’esercizio.
L’essenza del metodo è quella di garantire che tutti e tre gli indicatori mostrino lo stesso segnale. Ad esempio, se la candela chiude più in alto della media mobile semplice e l’indice di forza relativa ed il MACD guardano verso l’alto, puoi acquistare le opzioni Call. In caso contrario, se entrambi gli indicatori sono rivolti verso il basso e la candela chiude al di sotto della media mobile, puoi acquistare un’opzione Put.

Come utilizzare la strategia dei Tre indicatori?

La strategia binaria dei Tre indicatori è fondamentalmente un’analisi degli archi temporali quotidiani e di quattro ore. Tradare è consigliato solo se si segue la tendenza principale. Puoi inoltre utilizzare questa strategia nell’arco di tempo di un’ora, nonostante, sia stato progettato appositamente per periodi di quattro ore.
Per questo motivo, si raccomanda di non usarlo con periodi di tempo inferiori e di rimanere all’interno di quelle scale che hanno dimostrato di funzionare con questo metodo.
Come parte della strategia binaria dei Tre indicatori, puoi utilizzare qualsiasi strumento di trading che ti viene offerto dal tuo broker binario. La strategia non si basa solo sui periodi sopra menzionati, ma anche sulla semplice media mobile.
Utilizzando questa curva, il trader può determinare la direzione del movimento del mercato. Inoltre, questa strategia utilizza gli indicatori binari MACD e RSI.

Come tradare i segnali Call e Put?

Al fine di ottenere un segnale di trading è necessario determinare qual era il prezzo dell’ultima candela della giornata correlata ad una media mobile semplice. E’ importante ricordare che se la candela chiude sopra la media mobile sul periodo delle quattro ore, è necessario considerarlo solo come segnale per un’opzione binaria Call.

Call e put
Nei casi in cui la candela giornaliera chiude in una posizione inferiore alla media mobile semplice di un periodo di quattro ore, il trader dovrebbe cercare le opportunità per acquistare solo opzioni binarie Put.
Spesso è abbastanza difficile determinare se la candela giornaliera chiuderà sopra o sotto la media mobile semplice. In questo caso, è opportuno saltare questo giorno di negoziazione.
Utilizzare la convergenza e divergenza delle medie mobili (MACD), l’indice di forza relativa (RSI) e la media mobile (MA) su un periodo di 4 ore
Una volta soddisfatte le condizioni per determinare la tendenza, è necessario passare ad un periodo di tempo di quattro ore. E’ anche importante analizzare non solo il programma, ma anche gli indicatori. Sul periodo di tempo di quattro ore, è necessario determinare la candela che potrebbe chiudere sopra o sotto una media mobile semplice.
Considerando l’indicatore dell’indice di forza relativa (RSI), è necessario determinare la direzione della sua curva (in su o in giù). Per quanto riguarda l’indicatore MACD, è necessario tracciare il momento in cui la curva attraversa il livello zero da sopra o da sotto.
Il segnale per acquistare un’opzione Put sarà la chiusura della precedente candela giornaliera al di sotto di una media mobile semplice.
Nel periodo di quattro ore la candela può anche chiudere sotto la curva. In questo caso, l’indice di forza relativa dovrebbe seguire la direzione del prezzo che andrà verso il basso. Per quanto riguarda l’indicatore MACD, la sua curva deve attraversare il livello zero da sopra a sotto.
L’acquisto di un’opzione Call è possibile nelle seguenti condizioni. Sul periodo di tempo di un giorno la precedente candela giornaliera deve chiudere al di sopra della media mobile.
Nel periodo di quattro ore il trader deve anche trovare la candela che chiuderà al di sopra della media mobile semplice. Pertanto, l’RSI dovrebbe essere in alto ed il MACD dovrebbe attraversare la linea dello zero verso l’alto.
I trader avrebbero bisogno di molta pratica per diventare professionisti di questa strategia in quanto non è una strategia facile, ma può incassare. Hai solo bisogno di sapere come utilizzare correttamente gli indicatori come il MACD, l’RSI ed il MA sui grafici del forex e sui quelli azionari.

Vivere dal Trading ?

by admin • February 23, 2015 • Comments Off on Vivere dal Trading ?

trading opzioni binarie con la strategia

by admin • February 23, 2015 • Comments Off on trading opzioni binarie con la strategia

Il trading con Pinocchio

by admin • February 8, 2015 • Comments Off on Il trading con Pinocchio

Strategia Pinocchio per il trading delle opzioni binarie Call e Put

Il modello di trading Pinocchio

A differenza di altre strategie binarie, la strategia Pinocchio può essere facilmente utilizzata senza competenze professionali specifiche e senza la conoscenza dell’analisi fondamentale. Si adatta al commercio di commodity futures ed alle azioni come alle coppie di valute del Forex.

La strategia Pinocchio per le opzioni binarie può essere utilizzata con diversi tipi di grafici. Coloro che sono più a proprio agio con le barre dovrebbe usare un modello costituito da tre barre. Chi preferisce le candele giapponesi cercheranno un modello che è composto da tre candele.

Come si identifica un modello Pinocchio?

L’estremità finale della barra, che si trova a sinistra deve corrispondere all’apertura della barra centrale, e quindi la barra centrale deve chiudersi all’apertura della barra di destra. Inoltre, quella al centro deve avere un’ombra sufficientemente lunga, che si estende notevolmente al di là della barra di destra e di sinistra.

Per capire come utilizzare la strategia, è necessario capire il modello Pinocchio, che si trova nel mezzo e come dovrebbe apparire. Principalmente, va notato che il modello Pinocchio si distingue da una lunga ombra.

A volte, nella letteratura del trading, questa ombra può essere chiamata “picco”. Il picco, o l’ombra, deve essere sufficientemente lunga e allo stesso tempo diretta nella direzione opposta al movimento corrente. È importante notare che più il picco è lungo, più è probabile che la strategia funzionerà.

Sul lato sinistro del modello deve essere posizionato l’occhio sinistro di Pinocchio. Il naso e gli occhi devono essere combinati in un modo speciale. Un modello ideale può essere riconosciuto se il picco va ben oltre la barra, o candela, precedente ed il corpo non va al di là di essa.

In alcuni casi, il corpo del martello (nel modello a candela) o il modello Pinocchio può essere esteso oltre quella precedente. Ma perché il segnale sia più chiaro possibile, è meglio aspettare il modello Pinocchio ideale. C’è un altro punto importante.

Il picco del martello deve superare la lunghezza del suo corpo diverse volte.

Come commerciare con il modello Pinocchio?

Infine, dopo che abbiamo già discusso di come questo modello può sembrare, puoi passare direttamente ai consigli in materia di apertura di posizioni di trading. L’acquisto di un’opzione binaria viene effettuato quando c’è la prova, nell’ultima candela, della combinazione.

Quando si ha una situazione con trend crescente, il corpo della terza barra deve andare oltre il corpo della seconda. Solo allora possiamo dire che il modello è confermato.

In questa situazione, è possibile acquistare un’opzione binaria Call.

Se il trend si sta muovendo verso il basso, la barra di sostegno sulla destra del modello Pinocchio deve attraversare il corpo della candela dalla cima al fondo.

Questo indica che seguirà una tendenza di mercato ribassista e che si può acquistare un’opzione Put.